Comprare un’auto da privato potrebbe sembrare più conveniente, ma a quali truffe posso andare incontro?

Prima o poi arriva per tutti il momento di dover cambiare auto e, sempre più spesso, gli italiani decidono di acquistare veicoli usati piuttosto che auto nuove.
I dati dimostrano che la maggior parte degli acquirenti preferisce affidarsi ai privati, nonostante l’incertezza dell’acquisto al quale vanno incontro: nessuna garanzia, nessuna validità sulla sicurezza dell’auto e sulle condizioni della vettura.

Affidarsi a venditori privati è un salto nel buio.

Innanzitutto, acquistando un veicolo da privato non si ha il diritto alla garanzia a differenza di quando si compra da concessionario autorizzato. Infatti, a regolare la compra-vendita di auto usate tra privato e concessionario esistono una serie di norme che tutelano l’acquirente che obbligatoriamente riceve una garanzia legale di conformità della durata massima di 24 mesi (normalmente ridotta a 12).

La rivista di automobilismo AlVolante riporta a pagina 147 del mese di ottobre:

Concessionarie e saloni sono tenuti a garantire l’auto d’occasione: in caso di guasti, si è tutelati dal codice del consumo. Le cui norme non si applicano a chi non vende macchine per mestiere.

Per essere tutelati in questo caso occorre rivolgersi ad un’associazione che tutela i consumatori e ottenere un certificato che attesti lo stato della vettura.

Prima di firmare qualsiasi contratto con un privato occorre dunque assicurarsi che tutto sia a norma e che l’auto sia in condizioni ottimali, o quanto meno che l’auto rispetti le condizioni indicate dal venditore. Diffida da chi ti vende la sua auto ad un prezzo eccessivamente stracciato e ricorda di non versare mai anticipi senza prima esserti assicurato che l’auto sia in buone condizioni.

Smascherare una truffa non è cosa facile, ma ecco qui alcuni consigli per evitare di cadere nella eventuale trappola di un venditore:

  1. Fai attenzione ai chilometri: modificare il contachilometri a ribasso è una delle truffe più frequenti quando si compra un’auto usata. Questa truffa consiste nel modificare i chilometri effettivi dell’auto per vendere una vettura che, in realtà, ha fatto molti più chilometri rispetto quanto indicato.
    Per evitare di essere tratti in inganno richiedi sempre il libretto dei tagliandi e le fatture di riparazione.
  2. Fai attenzione ad eventuali segni o ammaccature che potrebbero indicare un eventuale incidente o guasto non riportato dal venditore.
  3. Verifica sempre il libretto tagliandi: occorre sempre assicurarsi che l’auto sia in buone condizioni e che rispetti tutte le caratteristiche indicate.
  4. Fai qualche giro di prova. Ricorda: mai acquistare un’auto senza aver provato a guidarla!

Questo articolo ti è piaciuto e vuoi saperne di più? Visita il nostro sito www.gowarranty.com e contattaci!

Non dimenticare di continuare a seguire la pagina Facebook di Go Warranty – ci sono tante foto ed info utili sul mondo delle auto e dei motori! Ti aspettiamo!